28 giugno 2011

Crauti Selfmade - Sauerkraut nach meiner Art: Prima parte - Erster Teil


Bacche di Ginepro - Wachholdbeere
 
Cumino - Kuminwürze
  
Ogni anno la solita storia, i cappucci vengono su tutti insieme allegramente e dopo svariate insalate e contorni, abbiamo la necessità di conservarli per l'inverno.






Ci siamo decisi quindi a provare la soluzione Krauti.
Attrezzatura casalinga:
Non avendo il classico mastello di legno o il tradizionale contenitore di terracotta, abbiamo optato per un più banale e pratico secchio di plastica (lavabile facilmente, leggero da trasportare e bianco così da vedere il contenuto) da 20 litri; coltello affilatissimo e mandolina; tagliere di marmo.
Ingredienti:
Bacche di ginepro, semi di cumino, sale fino e olio ... di gomito.

Sale fino - Salz


Cavolo Cappuccio - Weißkohl









Dopo aver lavato e tagliato in quattro i cappucci, eliminato le foglie esterne e il torsolo interno, li abbiamo affettati con la mandolina (vengono più sottili ed uniformi) e a coltello le parti più interne. Più sono sottili e meglio fermentano.
  
Abbiamo riempito fino all'orlo il secchio, con 3
cappucci affettati, per un peso complessivo di circa 5kg. Abbiamo aggiunto le spezie (una manciata di bacche di ginepro ed una manciata di cumino, a chi piace consiglio anche 2 o 3 foglie di alloro sminuzzate) e il sale fino (3% di sale rispetto al peso dei cappucci); mescolato bene un paio di minuti, finché il cavolo è diventato morbido. Il cappuccio ha cominciato subito a ... "sudare". Abbiamo pressato bene e poggiato sulla superficie un peso, noi abbiamo usato un secchiello pieno di mattoncini, facendo attenzione che il peso non coprisse tutta la superficie dei cappucci. Questo permetterà ai gas della fermentazione di fuoriuscire facilmente. Coperto il tutto con un canovaccio di cotone, per proteggere dalla polvere.

Ora riposeranno due settimane soli soletti nella nostra casa di campagna.
Per fortuna che abbiamo la guardia del corpo: Brülé (il pastore dei vicini) che spesso ci fa visita e  non vede l'ora di assaggiarli, accompagnati naturalmente da un paio di succulenti Würstel!!!!
 
Krauti con guardia del corpo

Meine liebe Deutsche Freunde, Sauerkraut machen mag ich euch nicht lehren, das ist euere Spezialität.
Aber möchte ich gerne euere Rezepte haben um noch mehr darüber wissen.




2 commenti:

plauderpause ha detto...

Liebe Claudia,
gerne würde ich Dir ein Rezept übermitteln, aber: Ich habe keines.
Wir essen Sauerkraut nur sehr selten, und wenn dann kaufe ich ihn schon fertig.
Ich sehe aber, dass Du sehr fleißig bist, und dass Dein Hund ( der sieht goldig aus :-) ) Dir tatkräftig zur Seite steht bzw, liegt ;-)
Liebe Grüße uas dem zur Zeit sehr hitzigen Deutschland

Wienermädel + Co ha detto...

Liebe Claudia, ich besitze einen Gärtopf, in dem ich ungefähr mit den Zutaten wie du das Sauerkraut zubereite.

Du kannst das hier
http://klostersuppe-mit-haube.blogspot.com/
sehen

LG