19 luglio 2010

Palio di Siena. Palio von Siena

Due volte all’anno la principale piazza della città toscana di Siena si riempie in occasione di una manifestazione spettacolare: il “Palio”, una corsa di cavalli cavalcati a pelo, una gara tra le 17 contrade della città. Venerdì si è tenuta la prima edizione dei due “pali” di quest’estate.



Quest’anno ha vinto la contrada della Selva. Il vincitore ottiene la benedizione della Vergine Maria per la propria contrada…


… e riceve come trofeo il cosiddetto palio (un vessillo di stoffa) con l’immagine della Madonna, creato da famosi artisti.


E proprio questo “Palio” quest’anno nella fase introduttiva della corsa ha creato momenti di subbuglio: siccome è stato creato per la prima volta da un artista di origini mussulmane, alcuni tradizionalisti hanno storto il naso.


La corsa a cavallo su Piazza del Campo risale al Medioevo.
Nella foto: prima della gara si riceve la benedizione divina.

Due volte all’anno (il 2 luglio e il 16 agosto) le contrade cittadine si misurano in una corsa a cavallo, che dura solo 90 secondi.


Centinaia di spettatori vengono ogni anno alla corsa.
Il perimetro della piazza deve essere percorso tre volte.


Effettuata a rotta di collo la corsa può essere vinta anche da un cavallo che arriva dopo aver disarcionato il proprio cavaliere.


Die Presse

2 commenti:

plauderpause ha detto...

Mich befremdet dieser Anblick. Den Segen der Jungfrau Maria im Kampf erwerben??? Damit kann ich nichts anfangen! Mir tun auch Pferd und Reiter leid, wenn sie so brutal stürzen.
Sei lieb ggerüßt von:
Beate

ClaTi ha detto...

Ich bin Dir total mit Dir einig!!! Aber oft in traditionellen Stadfesten mischen sie sich das Religiös mit dem Profan.
Ich fine auch erschrecklich die Sankt Firmin Fest in Pamplona (Spanien), oder auch die Corrida!!!